Quanto online e quanto offline c’è in un acquisto?

Il dato più strabiliante è sicuramente quello relativo al tempo trascorso settimanalmente a navigare e cercare informazioni sul nostro smartphone: ben 15 ore! Sembra davvero tantissimo e a comunicarci questi dati è Google e la sua nuova ricerca sui metodi di ricerca delle informazioni da parte dei consumatori. 

L’indagine ha voluto dare una risposta ad un fenomeno davvero curioso: come è possibile, infatti, che le visite ai punti vendita siano diminuite e, nello stesso periodo, siano aumentate le vendite? Semplice: i consumatori sono molto più informati su ciò che vogliono acquistare e quando entrano in un negozio tendono ad acquistare il prodotto che già conoscono perchè “studiato” online, tanto sul proprio device mobile, quanto da desktop in ufficio e/o a casa.

Come già detto poco sopra sono 15 le ore a settimana che trascorriamo sul nostro smartphone per cercare una miriade di informazioni. In questo contesto, i venditori, stanno piano piano comprendendo che occorre attuare strategie di fusione tra l’online e l’offline e che questa attività rappresenta un’opportunità imperdibile.

Dallo studio citato sono emerse tre importanti verità. Vediamo di cosa si tratta:

  • Il Digital guida i consumatori fin dentro i punti vendita
    Strategie efficaci di marketing online non solo portano i consumatori a procedere ad acquisti tramite e-commerce, ma sono in grado di guidare l’utente fin dentro il negozio. Per molti il negozio fisico è diventato ormai un centro di distribuzione dove recarsi per acquistare velocemente il prodotto che hanno già visto online.
  • Lo smartphone è il nostro shop Assistant
    Questo è un dato di fatto, più volte sottolineato anche da ricerche e studi differenti. I consumatori utilizzano il proprio smartphone come fosse un “commesso tascabile” da “interrogare” per qualsiasi informazione inerente i prodotti che desiderano acquistare: prezzo, recensioni, opinioni e molto altro. Tutto ciò si traduce nell’esigenza per il venditori di essere presente online e di esserlo nel modo giusto offrendo una buona esperienze di navigazione anche da mobile.
  • La misurazione deve essere multicanale
    C’è ancora qualche difficoltà nel comprendere il reale vantaggio di una misurazione degli sforzi e dei risultati ottenuti considerando tutti i canali, quindi quello online e quello offline, ma la misurazione “multicanale” assume un ruolo fondamentale per le future scelte di investimento.

Comments are closed.

Design and customization: Strelnik | Web Agency