Etichette e riciclo, una storia ancora da scrivere

Carta, plastica, vetro,…i materiali che vengono quotidianamente riciclati sono tanti. Nel business l’essere in grado di assicurare rispetto ambientale e politiche di riciclo può spesso essere un valore aggiunto agli occhi del cliente. Ma non nel mondo delle etichette.

O, per essere più precisi, il mondo dei produttori di etichette pone forte attezione a queste tematiche, ma senza trovare riscontro dall’altra parte. La riciclabilità delle etichette, soprattutto quelle autoadesive, è un aspetto di cui i clienti non si preoccupano e le istituzioni tengono in scarso conto.

Programmi di riciclo in questi campi già ci sono, spesso creati dalle singole aziende. Quello che manca è uno sforzo coordinato, magari portato avanti attraverso le associazioni di settore, per porre sotto i riflettori la questione e spiegare chiaramente quali sono i vantaggi che l’intera filiera otterrebbe dall’adozione di una pratica di riciclo regolata tramite normativa. Ad esempio, mostrando come i materiali riciclabili possano essere sia riimmesi nel ciclo produttivo delle etichette, sia venduti ad altri settori di mercato.

La necessità di riciclo il settore la sente, la volontà di farlo ce l’ha. Sono passi importanti, ma ora serve trasmettere questo bisogno a chi non è del settore, ma può decidere a livello normativo.

di Federico Zecchini

Comments are closed.

Design and customization: Strelnik | Web Agency