Dall’Arizona all’Insight Report, Canon festeggia una Fespa ricca di novità

Se è innegabile che il pezzo forte delle novità presentate da Canon a Fespa Digital 2014 era rappresentato dalla nuova serie Arizona, è altrettanto vero che questo era solo una parte di quanto era possibile vedere allo stand dell’azienda.

Fra le novità da segnalare certamente la Océ VarioStream 4000, soluzione di stampa ad alimentazione continua per volumi medio-alti che si rivolge a Psp, stampatori commerciali e corporate data centres. Fra le applicazioni possibili transpromo, direct mail, transazionale.

In ogni ambiente lavorativo le aziende sono alla costante ricerca di una razionalizzazione dei costi e di un aumento dell’efficienza produttiva“, ha spiegato Peter Wolff, Director, Commercial Printing Group, Canon Europe. “La nuova Océ VarioStream 4000 è stata ideata esattamente per questo, per aggregare diverse tipologie di lavori in un solo sistema, ampliando le possibilità e rendendo più efficienti i processi.”

Allo stand le Océ ColorWave 900 e 650 erano impegnate in continue dimostrazioni live – la prima capace di raggiungere i 1000 m2/h di velocità, la seconda dotata di tecnologia Océ CrystalPoint; visibile anche la taglierina digitale flatbed Océ ProCut, ideale per applicazioni di display graphics.E’ stata inoltre presentata l’anteprima della quinta edizione dell’Insight Report, dal titolo “Building your future with print“. Lo studio è stato condotto tramite interviste con oltre 500 senior manager in 25 paesi dell’area EMEA e verrà pubblicato nella sua interezza a settembre 2014. Dall’anteprima emergono già alcuni dati interessanti: ad esempio, che la maggior parte dei Psp identifica nel digital colour la maggior fonte di guadagno per i prossimi cinque anni; al tempo stesso faticano a individuare altre aree di crescita. Assai rilevante anche il fatto che solo il 46% (quindi meno della metà) non intende aggiornare le proprie tecnologie di stampa nei prossimi anni.Da sottolineare anche la distanza fra domanda e offerta in determinati segmenti: la comunicazione multicanale è oggi richiesta dal 68% dei buyer (contro il 58% di due anni fa). Ma solo il 20% dei Psp la contemplano già nella loro offerta, mentre la maggioranza deve ancora aggiornarsi in merito per poter venire incontro alle necessità dei propri clienti.Andrew Harris, European & UK Professional Print Marketing Manager, Canon Europe, commenta: “Queste disconnessioni fra Psp e print buyer sono delle opportunità, delle call to action per potenziare il proprio business e fidelizzare ulteriormente i propri clienti“.

Comments are closed.

Design and customization: Strelnik | Web Agency