Grande successo per la prima edizione dei “Durst Inkjet Innovation Days”

Ricerca, sviluppo, innovazione e qualità al servizio del business. Questi i concetti che hanno ispirato la prima edizione dei “Durst Inkjet Innovation Days” tenutisi il 17/18 aprile presso la sede di Durst a Lienz. “Ispirazione e innovazione per l’industria della stampa digitale” è stato il motto ufficiale della due giorni austriaca che, nella rilettura di organizzatori e partecipanti all’evento, è divenuto “ispirazione e innovazione concreta piuttosto che promesse aleatorie”. L’innovazione, infatti, è il fulcro attorno al quale ruota l’intera attività di Durst che, proprio presso l’avveniristico Centro di Ricerca di Lienz dà vita a tecnologie sempre all’avanguardia. Soluzioni che immancabilmente tracciano la via dell’evoluzione tecnologica, rappresentando al contempo strumenti che supportano realmente il business degli operatori.

Spazio alla concretezza
Questo il fil rouge dell’evento che ha visto la presentazione di novità tecnologiche che si preannunciano di grande interesse: Rho 1012, la più produttiva flatbed da 12 picolitri della sua classe (fino a 490 mq/h); Rho 1030, la più veloce flatbed completamente automatica disponibile sul mercato (fino a 1000 mq/h in draft mode); la nuova tecnologia proprietaria delle testine Durst Variodrop che permette di aumentare la produttività fino al 25% di tutti modelli della serie Rho P10; l’inchiostro Rho Premium White, anch’esso dedicato alla serie Rho P10, con caratteristiche di coprenza notevolmente aumentate. Forti del consenso riscosso in occasione dell’anteprima mondiale a ISA 2013, queste novità hanno catalizzato l’attenzione degli oltre 120 clienti e prospect arrivati a Lienz da tutta Europa. L’evento ha visto l’alternarsi di interventi teorici, dimostrazioni pratiche e testimonianze di consulenti e clienti, tutte focalizzate sul tema dell’innovazione. Un’occasione unica per toccare con mano le novità Durst in vista della prossima edizione di Fespa, ma anche un’opportunità per confrontarsi sui trend del mercato e scoprire le nuove frontiere della tecnologia inkjet.

In rappresentanza della Divisione Vendite Italia di Durst, Alberto Bassanello e Andrea Riccardi  accompagnati da un folto gruppo di clienti italiani che hanno seguito con grande interesse gli interventi e le testimonianze: da Marcus Lorenz (The Boston Consulting Group) a Andreas Kraushaar (Fogra), da Bernd Payer (PKF Consulting) per arrivare a Matteo Rigamonti (Presidente di Pixartprinting).  Ed è proprio puntando su soluzioni all’avanguardia tecnologica, secondo Rigamonti, che il web to print italiano attivo in tutta Europa ha potuto portare a compimento la sua innovazione. “Innovare non significa necessariamente inventare un prodotto nuovo. Per essere innovativi, a volte, è sufficiente reinventare qualcosa che c’è già. Noi abbiamo messo a punto un nuovo modo di vendere un vecchio prodotto. Scegliere tecnologie affidabili come i sistemi Durst ci ha permesso di offrire ai clienti ciò che chiedono: qualità, prezzi competitivi e tempi di consegna certi”.

Comments are closed.

Design and customization: Strelnik | Web Agency