Siotec Day, l’effetto della stampa agli occhi di Chris Smith, segretario di Fespa

Lo scorso 25 gennaio si è svolto il convegno “Quando la stampa fa effetto“, organizzato da Siotec, l’Associazione della stampa specialistica.  Un evento di successo, come testimoniano le parole usate per descriverlo da Chris Smith, Head of Membership Services di Fespa, che ha partecipato in qualità di relatore.

 

Mi reputo fortunato per aver avuto modo di partecipare a un evento  italiano supportato da Fespa, il secondo appuntamento Siotec Day, organizzato questa volta a Treviso, vicino a Venezia. E che evento è stato!

Fin dalle prime battute, i discorsi di benvenuto tenuti dal Presidente Siotec Corrado Bizzini e da Paolo Santi, rappresentante locale dell’Associazione, è emerso che gli elementi chiave della giornata sarebbero state innovazione e gioventù. L’assessore provinciale alla Pubblica Istruzione Eugenio Mazzocato ha posto l’accento sulla necessità d’innovazione, un discorso proseguito da Mattia Riccò, presidente di Assoprom (l’associazione del promozionale) recentemente arrivata a un accordo di partnership con Siotec. Un fatto che ritengo sia importante e sensato.

Enrico Barboglio ha poi fornito una panoramica sulle attività di Siotec, riproponendo il messaggio d’innovazione e confermando che l’Associazione sta organizzando una missione italiana a Fespa 2013, un luogo dove l’innovazione sarà ben presente.

A seguire ho tenuto una presentazione sull’innovazione nei settori dello screen e del digital printing, nonché del digital signage. Il messaggio che ho voluto passare agli stampatori è quello di essere creativi, innovativi e capaci di differenziarsi, se vogliono superare questi tempi difficili, sottolineando ancora una volta quanto importanti siano le nuove tecnologie.

Dopo di me ha preso la parola Andrea Masserdotti, presidente del gruppo omonimo – uno dei più grandi stampatori in Italia. Partendo nuovamente dall’importanza dell’innovazione, Masserdotti ha poi posto l’accento sulla necessità, nella sua visione, che gli stampatori lavorino di comune accordo, che costruiscano partnership per utilizzare in comune tecnologie e addirittura risorse a livello di contabilità e amministrazione. Perché quattro aziende devono impiegare quattro differenti staff? Non sarebbe meglio assumere un unico staff per quattro aziende? Questo aiuterebbe a contenere i costi soprattutto per quelle realtà che non necessitano di una persona a tempo pieno se non in determinate situazioni.
Masserdotti è una persona intelligente e un grande stampatore e, grazie alla traduzione simultanea, ho trovato questa sessione stimolante.

E’ stata poi la volta del mio vecchio amico e collega in Fespa Peter Kiddell, che ha fatto – a mio avviso – una presentazione veramente brillante. Ha parlato della serigrafia portando il pubblico in un viaggio lungo quattromila anni, dalle umili origini del processo fino agli anni ’50 del secolo scorso e poi a oggi e a un futuro in cui la stampa – e specialmente la serigrafia – sarà il processo base di realizzazione di ogni componente elettronico.
Peter ha sottolineato come la serigrafia sia dietro sia alla stampa su tessuto che agli schermi touch, ai biosensori e alle batterie. Ha fatto vedere un video realizzato da Corning, che mostrava come l’azienda vedeva il futuro e che ho trovato strabiliante. Alcune delle tecnologia mostrate nel video sono già utilizzate e Peter mi ha assicurato che i progressi vengono compiuti rapidamente. Quindi, ben lungi dall’essere un cadavere, la serigrafia è il metodo che verrà utilizzato come base per tante tecnologie emergenti nel 2013 e oltre.

Purtroppo ho dovuto lasciare dopo la mattinata, ma l’evento è proseguito in pomeriggio con le presentazioni di Giovanni Re, Community Manager di Roland, Angelo Pavesi di Kodak e Marco Oreste Reggiroli, Marketing Manager di Agfa, tutte aziende che hanno sostenuto l’evento in qualità di sponsor.

Chris Smith

Clicca qua per vedere le foto e le presentazioni della giornata

Comments are closed.

Design and customization: Strelnik | Web Agency