Ogni perdita di dati costa alle aziende 10.000 dollari

Il World Backup Day non è solo un invito rivolto alle aziende per rivedere le strategie di backup e security, ma anche per ricordare con forza il valore dei contenuti business critical. Western Digital, principale produttore di hard drive al mondo, sollecita le PMI a creare una propria strategia di backup sulla base di cinque consigli fondamentali.  

Perché il backup è così importante per le PMI? I dati non sono solo beni immateriali, insostituibili se non si possiede una copia di backup, ma sono probabilmente IL bene aziendale più prezioso. E sono a rischio. La questione fondamentale non è SE si perderanno i dati, ma QUANDO questo accadrà. Che si tratti di una cancellazione accidentale da parte di un dipendente sbadato, di vandalismo intenzionale attraverso un accesso non autorizzato alla rete, o di un attacco massiccio di migliaia di computer infetti, la perdita dei dati è una possibilità molto concreta.  La domanda è: si possono recuperare i dati, e in quanto tempo?

Secondo un recente studio di Price Waterhouse Coopers ogni singolo incidente di perdita dei dati costa in media alle aziende 10.000 dollari. Gartner rivela inoltre che il 25% di tutti gli utenti di PC è vittima ogni anno della perdita di dati e che l’80%delle aziende subisce una perdita o un’interruzione dei dati sostanziali per oltre 24 ore in un anno. Basti pensare che il 60% delle aziende italiane individua nell’errore umano la causa più comune di falla dei sistemi, e che il tempo medio di downtime del sistema è pari a 2,2 giorni, con un costo per azienda pari a 286.644 € l’anno di mancata produttività, secondo uno studio di Ponemon Institute.

Non eseguire correttamente il backup dei dati può comportare una perdita dei dati con un impatto negativo sul business:  danni al brand, perdita di fiducia della clientela, sanzioni penali o civili, cause legali, e altro ancora. Che siano contenuti personali o professionali, si tratta di documenti importanti dal valore inestimabile e spesso insostituibili una volta persi o compromessi. WD ha creato una lista di consigli fondamentali per le PMI che desiderano ridurre il rischio della perdita dei dati.

  1. Fare un backup dei dati e delle applicazioni

Spesso, le aziende non considerano il backup delle loro applicazioni quando impostano la loro soluzione di backup. Archiviano i documenti e i dati creati, ma spesso non pensano ad archiviare anche il software installato e i file del sistema operativo. È importante creare un’immagine dei server e dei computer per essere sicuri che i dati, le applicazioni, e i sistema operativo possano essere ripristinati completamente e senza problemi allo stato che ha preceduto il disastro.   

  1. Punto di ripristino – che arco di tempo è importante selezionare per i tuoi dati?

I sistemi di backup sono piuttosto flessibili sulla quantità di dati storici che possono ripristinare. Hai effettivamente sempre bisogno di ripristinare i dati degli ultimi sei mesi? O sono i dati delle ultime settimane veramente necessari? Il punto e il tempo di ripristino dei dati sono una considerazione importante.  

  1. Online oppure on-site è sufficiente eseguire un backup dei dati a livello locale, o anche mantenerne una copia off-site per garantire tempi di ripristino più rapidi.

Si potrebbe anche voler considerare i servizi cloud disponibili sui dischi NAS come WD Sentinel che offre agli utenti la possibilità di connettersi a un fornitore storage di “public cloud”, offrendo alle aziende una soluzione economica e integrata di disaster recovery contro terremoti, furti, incendi o allagamenti, o nel caso di errore umano, per cui una PMI può perdere tutto se il suo luogo di business viene compromesso. WD Sentinel esegue inoltre automaticamente i backup quotidiani  così tutti i file presenti su fino a 25 computer in rete sono archiviati e protetti, offrendo così una protezione dei dati completa con un software integrato di ridondanza per tutti i dispositivi connessi nella rete.   

  1. Fare regolarmente dei test– L’unica cosa peggiore di un mancato backup è un backup non corretto.

Immagina che un disastro ti colpisca e che tutti i tuoi dati di business vengano completamente distrutti. Se si vanno a ripristinare i dati e si scopre che i backup sono corrotti, sono stati archiviati i file sbagliati, o sono capitati altri terribili scenari, che succederà? È necessario testare il proprio backup per essere sicuri che i dati personali vengono archiviati correttamente.  

  1. Non dimenticare i server – I dati aziendali non sono presenti solo nella cartella ”Documenti”

I dati che si trovano nel server di posta e delle applicazioni, ed qualsiasi altro server utilizzato (incluso il tuo sito e i dati hosted) devono essere ugualmente archiviati  e protetti.

Comments are closed.

Design and customization: Strelnik | Web Agency