Il label nel segno della sostenibilità e del contenimento dei costi

upm

Flavio AragozziniIntervista a Flavio Aragozzini, Sales Manager di UPM Raflatac, sulle prospettive del settore del labelling e sulle mosse che l’azienda sta compiendo per essere sempre competitiva.

La Vedovella 2013 è stato un evento di successo indiscusso. Come sponsor della Categoria Label printer che considerazioni si sente di fare relativamente al premio, al settore e alle prospettive future per il settore?

La Vedovella è sicuramente un evento che ha acquisito valore e grandi prospettive nelle ultime due edizioni. UPM-Raflatac ha scelto di sponsorizzarlo proprio per questa ragione. Inoltre ci tengo a sottolineare che sia nel 2012 che nel 2013 si è dato ampio spazio a nuove tematiche, come ad esempio quella della sostenibilità, cui noi siamo molto legati. Relativamente al settore di nostra competenza posso dire che attualmente il settore dell’autoadesivo è in crescita costante. Certo, negli ultimi anni ha sofferto la crisi generale, ma molto meno di altri comparti, e noi stiamo investendo energie e risorse umane proprio perché crediamo molto nel settore.

UPM che tipo di prodotti offre al mercato nel settore del Label?

Premetto che una parte importante dei nostri investimenti, oggi, è riservata alla ricerca ed all’innovazione in questo comparto. Vi sono grandi prospettive se però affiancato da due concetti fondamentali: quello della sostenibilità e quello del contenimento dei costi. Cosa vuol dire? Vuol dire che durante la fase di ricerca e sviluppo bisogna essere in grado di trovare materiali funzionali, che diano vantaggi tecnologici e che siano sostenibili. E non è facile. I materiali autoadesivi di UPM Raflatac sono stati progettati per rispondere alle sempre più impegnative applicazioni in un’ampia gamma di usi, dall’etichettatura dei prodotti per la cura del corpo e per la pulizia della casa, all’etichettatura dei prodotti dell’industria alimentare e farmaceutica. Ogni prodotto è stato sviluppato con cura per offrire stampabilità e funzionalità  ai trasformatori ed agli utilizzatori di etichette. UPM Raflatac sta lavorando alla rivisitazione dei prodotti convenzionali proponendo la nuova GAMMA FIT che annovera frontali e supporti siliconati con grammature e spessori più contenuti: l’obiettivo finale infatti è quello di coniugare funzionalità e sostenibilità a prezzi competitivi.

Ci può elencare le parole chiave che devono contraddistinguere il label oggi?  

SOSTENIBILITA’– RICERCA – AFFIDABILITA’ – FUNZIONALITA’ – OPERATIVITA’

www.upmraflatac.com

>>torna alla pagina principale

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment.

Design and customization: Strelnik | Web Agency