La stampa specialistica nel segno del WOW Effect

La scorsa settimana si è tenuta la seconda edizione del Southern European Print Congress, l'evento internazionale organizzato da FESPA Italia, FESPA España, FESPA France e Apigraf con il supporto di FESPA. Quasi cento professionisti ed esperti del settore della stampa specialistica si sono riuniti a Milano, per confrontarsi e condividere esperienze e know how.

Il convegno è stato aperto dal saluto dei presidenti delle singole associazioni e dal presidente di FESPA Yasar Guvenen, che ha dichiarato: "È emozionante vedere tanti professionisti del settore di diverse nazionalità riuniti qui a Milano per fare networking, condividere esperienze e know how e parlare di opportunità. L’industria delle arti grafiche dimostra una capacità sorprendente di adattarsi ai cambiamenti e continua a offrire interessanti prospettive di crescita e sviluppo. Ci sono molte opportunità per chi voglia e sappia coglierle".

Gli fa eco Corrado Bizzini, Presidente FESPA Italia: "Un anno fa, abbiamo partecipato alla prima edizione del Southern European Print Congress come SIOTEC. Oggi siamo felici di partecipare a questa seconda edizione come FESPA Italia. A settembre ci siamo imbarcati in questa nuova avventura: da allora a oggi, l'associazione conta 15 nuovi associati e un sito rinnovato, ha dato il proprio endorsement al primo white paper sul digital textile, ha lanciato una app e ha organizzato e gestito il prestigioso progetto di Albergo Italia, all'interno di Printeriors a FESPA Digital 2016".

I lavori sono cominciati con lo speech di Mike Horsten, General Manager Marketing EMEA Mimaki, che ha parlato del settore a tutto tondo.

"La stampa è viva. Non solo, la stampa è viva e consente di fare business e di fare profitti. Il WOW effect della stampa è un acceleratore di business, ci sono diverse applicazioni innovative e sorprendenti a dimostrarlo, come la maxi affissione più grande del mondo, 1200×20 metri, installata a Dubai o il plane wrapping realizzato da Air France – KLM, che ha rivestito la carlinga di un aereo con 4000 volti."

E' seguita la parte sul textile dove, moderati da Mike Horsten, sono intervenuti Roberto Lucini, Creazioni Digitali, e Jacques Setbon – L’Agence de Fab.

"Solo lo 0,3% dello stampato tessile globale viene realizzato in digitale. Tuttavia questo non significa che nel textile il digitale non possa trovare spazio: attraverso ricerca, servizio, innovazione e attenzione all’ambiente si può avere successo anche stampando in digitale. L’ho provato in prima persona, dato che la stampa digitale ha permesso alla mia azienda di affrontare i cambiamenti di questi anni e di mutare pelle", ha detto Lucini.

"Nel mercato odierno abbiamo deciso di essere artigiani high tech. Artigiani perché coltivare il rapporto personale coi clienti è fondamentale, non è qualcosa che possa essere sostituito dalla tecnologia. Al contempo bisogna essere high tech perché non si può prescindere da un approccio tecnologico con sistemi di ultima generazione. Qualità, servizio, capacità produttiva e R&D sono i pilastri su cui costruire il successo della propria azienda", ha affermato Setbon. "Contemporaneamente, l’iper personalizzazione condurrà a un’esplosione della stampa 3D con oggetti di grande formato, intesi come dimensione reale. Per questo stiamo lavorando ad applicazioni di questo genere."

La prima giornata di convegno è proseguita con la sessione sull'Industrial e 3D Printing, in cui sono intervenuti Cristina Díaz, Manufacturing Manager BIC Graphics, Andrea Piva, VivDecoral e Riccardo Governale, Sales Specialist Additive Manufacturing Ricoh, per chiudersi poi con gli Speedy Meeting, incontri lampo fra i partecipanti, e con la cena, momento di informale networking.

La mattina seguente, 20 aprile, i lavori sono stati riaperti dall'intervento di mercato di Emma Tuddenham, Associations Manager di FESPA, e proseguiti col Keynote speech di Matthew Jacobson, EVP — Global Executive Design Director DigitasLbi, che ha portato molteplici esempi di pubblicità creativa e innovativa. Un intervento di grande interesse, riassunto in questa sua dichiarazione: "Come trasformare oggi un’affissione in uno strumento di comunicazione efficace? Le parole d’ordine sono creare e condividere un’emozione, generare una conversazione, narrare una storia, coinvolgere l’utente. I social media giocano, in questo, un ruolo importante".

E' stata poi la volta di Christophe Aussenac, Presidente FESPA France, che ha messo in luce l'importanza di "enchanter les clients, ovvero di incantare i clienti, generando un effetto wow: emozioni positive, sensazioni nuove, superamento delle aspettative, condivisione. Perché la soddisfazione del cliente è l’indicatore chiave delle strategie del marketing contemporaneo."

Interior Decoration e Out-of-Home sono stati i temi trattati nell'ultima parte del convegno, di cui era chair Oscar Vidal, Regional Business Manager – South Europe Hp, che ha sottolineato come "Il punto di partenza per creare soluzioni di interior decoration vincenti è un design eccellente, che porti valore aggiunto. Se a questo si uniscono una collaborazione virtuosa tra attori – inclusi decoratori, applicatori e fornitori di materiali – e una tecnologia di produzione di produzione all’avanguardia, il risultato sarà una applicazione innovativa e wow!".

In questa sessione hanno partecipato Marienka Hernandez, Versatile Digital, Antonio Moreno, Sericum e Marco Biancavilla, DB Ingegneria dell’Immagine, che ha posto in luce un nuovo ruolo assunto dalla serigrafia.

"La serigrafia offre oggi la possibilità di arricchire ciò che viene realizzato in digitale. Questa tecnologia di stampa si trasforma per noi in uno strumento per conferire valore aggiunto al prodotto e in una rilevante leva competitiva."

Comments are closed.

Design and customization: Strelnik | Web Agency