MPS, cosa c’è dopo il “Print Less & Save More”?

I servizi di stampa gestiti (MPS) continuano a evolversi nel mercato.

Le aziende non vedono più gli MPS come amenità a valore aggiunto, ma come un servizio prezioso che può aiutare a sbloccare il potenziale di miglioramento dei processi e ad aumentare l’attenzione sul core business. Vi proponiamo un approfondimento a cura di Giancarlo Soro, Country Operations Manager di Lexmark International in Italia.

Questo sviluppo ha portato a un interesse crescente per la creazione di ambienti di lavoro di nuova generazione, in cui gli obiettivi di costo e di produttività sono massimizzati per soddisfare le pressioni economiche dell’era moderna. Si è passati quindi dalla pura ottimizzazione di stampa all’acquisizione digitale, che include cattura di dati, acquisizione intelligente e automazione del flusso di lavoro.

Oggi, i provider di successo non possono specializzarsi solamente in offerte che includono programmi di base, ma cercano di ampliare l’offering a veri e propri servizi di stampa gestita basandosi su modelli di business che comprendono  il content e document management.

E’ questa la proposition che sta al centro dei servizi MPS di nuova generazione.

Per le aziende, questo significa la possibilità di creare una valutazione olistica della struttura nella sua totalità e considerare l’intero business case quando si tratta di gestione dei processi e di nuovi servizi, come la gestione delle informazioni e delle attività non strutturate. Sicuramente occorre tener conto dell’importanza dei costi e del ritorno sugli investimenti, ma questo non dovrebbe essere l’unico fattore decisivo.

Le aziende, infatti, devono considerare anche altri aspetti, tra cui il miglioramento del servizio clienti, la produttività dei dipendenti, la gestione dei documenti dei dati, la sicurezza, e della stampa mobile.

Come risultato possiamo sfruttare le nostre soluzioni di process e content management per supportare i clienti nel semplificare anche i loro processi di business. In questo modo, è possibile incrementare i risparmi e la produttività di circa il 30%. Alcuni di questi benefici includono la rimozione di processi manuali o inefficienti con soluzioni automatizzate, pur restando in grado, in caso di bisogno, di gestire e interagire con le informazioni digitali non strutturate (ad esempio PDF, Word, Excel, PowerPoint, file video e file audio). La creazione di sinergie tra stampa, gestione dei dati e automatizzazione dei processi di business rappresenta ora la caratteristica fondamentale dei contratti MPS di nuova generazione, visto che le aziende clienti  puntano a favorire i risparmi e a migliorare l’efficienza.

Lexmark ha già avviato questa trasformazione sostenuta da un’innovativa tecnologia di proprietà che include content, output e process management, la nostra esperienza nel settore e una relazione di estrema fiducia con i clienti.

Attraverso l’evoluzione degli MPS, Lexmark è in grado di assistere i propri clienti non solo nell’ottenere benefici da una gestione proattiva dell’infrastruttura, ma anche nel raggiungere la vera ottimizzazione dei processi aziendali attraverso soluzioni ottimali.

Comments are closed.

Design and customization: Strelnik | Web Agency