Epson e For.Tex fanno da trainer nella Palestra della Creatività

A Fino Mornasco è stata inaugurata lo scorso 15 aprile quella che Pietro Roncoroni, Presidente di For.Tex ha amato definire “la Palestra della Creatività per la stampa digitale e il settore tessile”.

“Per competere a livello mondiale“, ha dichiarato Pietro Roncoroni, “non basta avere a disposizione le migliori apparecchiature tecnologiche. Serve anche svolgere una continua attività di ricerca e sviluppo, aiutare i clienti ad affrontare le sfide poste da nuovi tessuti o lavorazioni e, parallelamente, formare le nuove leve, dagli stilisti agli operatori di macchina. Per questo abbiamo deciso di creare il Textile Solution Center, che nei nostri piani è la prima tappa di un percorso destinato a proiettarsi verso l’Europa e poi ad altri paesi del mondo.”

Il Textile Solution Center nasce dalla volontà di Epson e For.Tex (società partecipata al 50% dalla stessa Epson) e grazie ad un investimento globale di 2 milioni di euro. Si tratta di una struttura che si estende su una superficie di 3000 metri quadrati su 2 livelli. Al piano terra le aree di stampa digitale e pre e post trattamento sono dedicate al processo produttivo della stampa digitale. Al primo piano, il centro dispone di una showroom dei tessuti stampati, un ambiente interamente dedicato alla raccolta di tessuti di tutte le fibre e di varie tipologie di stampati in digitale, dove valutare la qualità e le potenzialità di questa tecnologia anche grazie alla “specola”, la macchina professionale per il controllo qualitativo degli stampati, e tre sale meeting, con un’ampia sala riunioni da 30 posti per conferenze e corsi pensata per scuole, studiosi e operatori.

Formazione, ricerca e sperimentazione sulla stampa tessile, assistenza agli operatori di stampa digitale tessile. Questi i tre obiettivi dichiarati dal Presidente di For.Tex e ribaditi dal Direttore Generale di Epson Italia, Daniela Guerci, che ci ha ricordato come il neonato TSC ha radici in un progetto nato nel 2003 con il lancio di Monna Lisa, stampante digitale per tessuti sviluppata e prodotta dalla comasca F.lli Robustelli, frutto della collaborazione con Epson per teste, inchiostri e tecnologia di stampa, e con For.Tex per la distribuzione di inchiostri e il supporto chimico.

La visione di Epson è una visione di lungo periodo. Abbiamo investito sul tessile e ancora investiremo ma credo che oggi dobbiamo andare oltre“, ha detto Daniela Guerci. “Come protagonisti della stampa digitale su tessuto, dobbiamo creare le condizioni perché questa tecnologia si affermi e cresca, non solo a Como. Per questo abbiamo scelto di investire, e crediamo, nel Textile Solution Center come centro all’avanguardia per la ricerca e la  formazione sulla stampa digitale su tessuto: perché solo partendo dall’innovazione e dalle competenze potremo creare vera crescita.

tsc_epson_interno

Una crescita che il distretto comasco sta cercando di recuperare proprio attraverso la tecnologia digitale. Si pensi infatti che egli ultimi 10 anni la stampa digitale su tessuto è cresciuta a un ritmo molto più elevato rispetto a quella tradizionale: nel distretto comasco (che nel 2013 è arrivato ad esportare il 70% della sua produzione, per un totale di 1.173 milioni di euro) la quota di stampa digitale di tessuto rispetto alla stampa tradizionale è passata dal 2% della produzione totale all’attuale 58%, e si stima arriverà all’81% nel 2017, quando si prevede che la stampa digitale di tessuti raggiungerà  il miliardo di metri quadri. In questo senso la nuova struttura si propone  come motore propulsore per l’industria tessile italiana (a partire da quella comasca), con l’obiettivo di portare il comparto ad entrare in maniera compiuta nell’era del Textile 3.0.

Il mercato del tessile avrà un futuro digitale“, dice l’Amministratore Delegato di Epson Italia Massimo Pizzocri nel suo intervento a conclusione dell’evento, “e come Epson riteniamo che il posizionamento di questo primo e al momento unico centro di soluzioni per la stampa digitale tessile in Italia, nel distretto del comasco, sia il posto giusto. Epson ha le sue fabbriche per la produzione di testine in Giappone, ed è giusto siano là. L’adozione della stampa digitale per tessuti in Italia è molto più alta che nel resto del mondo, ed è giusto quindi che il Textile Solution Center nasca qui, e faccia da ulteriore motore di sviluppo per la formazione, assistenza, ricerca, oltre ad essere centro di promozione delle tecnologie e delle capacità applicative.

Il Textile 3.0: nuove opportunità per le aziende italiane e per i giovani stilisti.
Il Textile Solution Center ha una caratteristica unica che viene offerta a tutti gli operatori del settore: riproduce il maniera completa il processo produttivo industriale della stampa digitale su tessuto, dal pre-trattamento alla stampa vera e propria, sino ad arrivare alla fase di post- trattamento con l’asciugatura e il finissaggio. Cuore del processo è l’area dedicata alla stampa digitale dove sono presenti l’ultima generazione di Monna Lisa, la stampante di produzione con tecnologia inkjet Epson che ha cambiato il mercato del tessile di alta qualità ed Epson SurePress FP-30160, la prima stampante digitale per tessuti interamente progettata e costruita da Epson. Quest’ultimo modello, dimensionato per campionature e piccole tirature, è complementare a Monna Lisa, e permette di costituire una gamma che offre notevoli vantaggi:

  • possibilità per le aziende che stampano tessuti di passare senza sorprese dalla campionatura alla produzione di grandi quantità;
  • maggiore spazio ai giovani stilisti, che possono realizzare facilmente e con investimenti economici alla loro portata piccole campionature con cui farsi conoscere e iniziare la strada verso il successo;
  • possibilità per case di moda e uffici stile di seguire meglio la richiesta dei mercati, sempre meno stagionali e sempre più orientati a moltiplicare le collezioni così da avere un’offerta più ricca e con time to market ridotto.

Grazie a questa caratteristica unica che vede riunito in un unico centro l’intero ciclo di produzione industriale, il Textile Solution Center ha tra gli obiettivi prioritari quello di diventare il punto di riferimento per sperimentare e/o verificare sul campo le straordinarie possibilità della stampa digitale, a beneficio degli operatori di settore, dei giovani designer, delle scuole e delle università di moda; ma anche a vantaggio di tutti coloro che, dovendo affrontare gli investimenti per passare al digitale, possono concretamente valutare i risultati ottenibili e prendere le proprie decisioni in maniera ponderata.

Comments are closed.

Design and customization: Strelnik | Web Agency