Va in pensione la carta dei servizi della Lombardia

Diverse testate online riportano la notizia, apparsa sui principali quotidiani nazionali, che la storia della carta regionale dei servizi della Lombardia è arrivata al capolinea. Lo hanno annunciato nella giornata di ieri, 29 maggio 2013,  i vertici di Lombardia Informatica (la società che gestisce tutti i servizi legati alla carta) nel corso di un’audizione davanti alla commissione Bilancio della Regione.

A partire da settembre 2013 la carta andrà progressivamente in disuso, sostituita dalla quella nazionale, comune a tutte le Regioni. E’ previsto che il processo si concluda entro il 2016. Due i principali motivi di questa decisione: l’alto costo di gestione, oltre un miliardo e mezzo di euro in 10 anni; e lo scarso utilizzo fattone dai cittadini – su 10 milioni di possessori solo 200.000 la usano effettivamente.

Allo stato attuale, al di là della sicurezza che costi di stampa e distribuzione del sostituto passano in carico allo Stato, poco si sa sull’evoluzione della cosa: Lombardia Informatica ha tenuto a precisare che tutto continuerà come prima, anche se deve prima risolvere il nodo del settore Assistenza e manutenzione, messo recentemente in vendita, e dei suoi 50 posti di lavoro in bilico.

Comments are closed.

Design and customization: Strelnik | Web Agency