La tecnologia Kodak supporta Grafiche Milani per creare stampati di qualità

Le tecnologie e l’elevata professionalità di Grafiche Milani, che stampa dal 1906, contribuiscono alla realizzazione di prodotti di qualità superiore. Inoltre, l’utilizzo di materiali particolari trattati con tecnologie specifiche, possono dare un supporto concreto alla creatività di cui i clienti hanno bisogno, dato che l’azienda offre una consulenza tecnica in base alla quale si mette a punto la realizzazione e la fattibilità di un determinato progetto. Oggi l’azienda è gestita da Giuseppe e Nicola Gilardi, la terza generazione dalla fondazione.

Nicola Gilardi illustra le attività di Grafiche Milani: “Ci siamo specializzati nella produzione di prodotti editoriali e di stampati promozionali, cartotecnici e istituzionali di alta qualità. Creiamo valore aggiunto per i clienti anche perché produciamo libri con copertine e cofanetti in materiali molto diversi, come cartone, alluminio, plastica, plexiglas, legno, tela, pelle; produciamo anche cataloghi per i settori della moda e della gioielleria. Esportiamo all’estero negli Stati Uniti, Inghilterra, Svizzera e Francia, mentre in Italia resta il 60% dei nostri prodotti”.

Internamente ci sono i reparti di prestampa e stampa; le lavorazioni di finitura e la legatoria sono affidati a società esterne partner di Grafiche Milani.

CTP, flusso di lavoro e lastre: tutta la prestampa sotto l’egida di Kodak
Sono quattro le macchine da stampa all’opera presso Grafiche Milani: due offset a foglio Kba (una con formato 70×100 e l’altra 120×160) e due nuovissime offset a foglio Komori H-UV 70×100. La tecnologia H-UV coniuga i benefici della stampa UV con la qualità e la semplicità di utilizzo della stampa tradizionale, perché l’essiccazione di inchiostri ad alta densità avviene istantaneamente, grazie a nuovi tipi di lampade che non liberano ozono ed emettono inferiore quantità di calore.

Per la gestione del flusso di lavoro a monte di queste macchine Grafiche Milani ha scelto Kodak Prinergy Connect Workflow, il sistema perfetto che offre preflight dei file, gestione del colore, trapping e funzioni di imposizione, oltre al supporto per la retinatura avanzata, la flessibilità di connessione con i sistemi, la gestione della produzione controllata tramite database.

Ma proprio perché Prinergy Connect è un flusso di lavoro che implica l’utilizzo di un database è necessario dotarsi del software Hot Standby Server: un server secondario in affiancamento al server Prinergy primario, che offre ridondanza e migliora le prestazioni del sistema. La licenza EPM + utilizzata da Grafiche Milani consente di gestire Hot Standby Server, offrendo tutta la potenza e la sicurezza di un database ridondante con mirroring in tempo reale garantendo il proseguimento delle attività produttive anche in caso di indisponibilità o guasti del server Prinergy  primario. Spiega Gilardi: “E’ lo strumento perfetto per le nostre attività produttive, in cui la costante disponibilità e attività del sistema sono fattori critici: in questo modo siamo assolutamente certi che tutti i nostri dati sono sempre al sicuro”.

Per automatizzare ulteriormente il link tra prestampa e stampa l’azienda usa un’opzione software per Kodak Prinergy: Kodak PrintLink Ink (Key Setting 4 pagine, 8 pagine e VLF), che genera file PPF (Print Production Format) CIP3 e CIP4 (JDF) che definiscono le impostazioni di inchiostrazione delle lastre, riducendo i tempi di avviamento e assicurando impostazioni di stampa molto precise.

Per le lastre l’azienda ha scelto Kodak Trillian SP, lastra digitale termica non ablativa, negativa, con ampia latitudine operativa per alte tirature che offre una resistenza ottimale a prodotti chimici aggressivi come inchiostri UV: quest’ultima caratteristica è stata determinante soprattutto dopo l’installazione delle due Komori H-UV. La lastra ha una gamma di esercizio di 800-850 nm e supporta risoluzioni fino a 300 lpi con la tecnologia di esposizione Kodak Squarespot.

Fondamentali per un reparto di prestampa efficiente i due CTP installati: CTP Kodak Magnus 800 Multi Cassette e un Kodak Trendsetter 5467 VLF. Tutti e due altamente produttivi ma al contempo una garanzia per avere lastre in grado di ottenere una qualità elevata di stampa costante.

Bilancio positivo su tutti i fronti
Conclude così Gilardi: “La promessa di qualità delle soluzioni Kodak è stata mantenuta, è una certezza. Questo aspetto per noi è fondamentale dato che vogliamo offrire servizio e qualità impeccabili. Con questi strumenti e con le nostre competenze tecniche riusciamo a realizzare le idee dei clienti e a trovare le soluzioni giuste, studiando con loro quale valore aggiunto dare ai loro prodotti”.

Comments are closed.

Design and customization: Strelnik | Web Agency