Raggiunto un accordo per il futuro di manroland

L'assemblea dei creditori, riunitasi mercoledì scorso sotto la guida dell'aministratore provvisorio Werner Schneider e del rappresentante principale di manroland Dr. Frank Kebekus, ha raggiunto un accordo con gli investitori per la suddivisione in tre unità indipendenti, soluzione vista come ideale.

“L'obbiettivo era di mettere la compagnia nelle mani di investitori che avessero un reale interesse a un proseguio dell'attività sul lungo periodo”, ha spiegato Werner Schneider alla fine dell'incontro. Le principali criteri che hanno portato all'accordo sono stati gli attuali concetti operativi, il già pianificato assorbimento degli impiegati e un rapido incremento dei contratti di vendita.

Secondo quanto deciso, il sito di Augsburg (sistemi di stampa webfed) sarà venduto al Gruppo Possehl. Questa azienda a conduzione familiare, con sede centrale a Lubecca nella Germania settentrionale, intende stabilire relazioni stabili con il sito produttivo manroland di Plauen, per assicurare la piena funzionalità di quest'ultimo; una mossa che lascia presagire una futura partecipazione azionaria del Gruppo in Plauen, che si è deciso diverrà una società indipendente. 

Il sito di Offenbach (sistemi di stampa a foglio) sarà ristrutturato nel corso di un management buyout, in collaborazione con un investitore. Questa soluzione, che ha una solida base economica e buone prospettive future, esige tuttavia una garanzia da parte dello stato federale dell'Assia, con cui sono già in corso colloqui.

Si è per ora deciso di non divulgare il prezzo di vendita della società. Schneider ha inoltre sottolineato che il voto dell'assemblea dei creditori non è da considerarsi come una decisione formale, ma come una raccomandazione, un segnale forte in vista della riunione generale di tutti i creditori, dalla quale emergerà la decisione finale.

Comments are closed.

Design and customization: Strelnik | Web Agency