Oscar della Stampa 2016: premiate le eccellenze delle arti grafiche italiane

Si è svolta l’annuale cerimonia di premiazione degli Oscar della Stampa, che ha visto protagoniste le eccellenze delle arti grafiche italiane. Un evento di grande spessore e successo, giunto alla XXV edizione e organizzato da Stratego Group, la rete di impresa nata quest’anno dall’unione di Zeta’s e 4IT Group. La cena di gala e la cerimonia di premiazione si sono tenue presso la sede del Sole 24 Ore a Milano e hanno visto la partecipazione di oltre 200 imprenditori del settore della stampa, per una serata all’insegna del merito e della convivialità.

Forte spinta all’innovazione e capacità di vision contraddistinguono le aziende che si sono aggiudicate gli Oscar della Stampa 2016. Aziende che hanno costruito la propria eccellenza su qualità di leadership imprenditoriale unite all’imprinting tutto italiano della creatività, della fantasia e dell’utilizzo del fascino della stampa in una prospettiva di forte e continuo rinnovamento, gestionale, tecnologico e delle risorse umane. L’industria grafica è ancora un pilastro insostituibile del mondo della comunicazione e della diffusione di informazioni quando si nutre di innovazione continua, formazione, competenze gestionali, propensione all’internazionalizzazione. La numerosità, la qualità e la varietà di imprese che negli anni hanno composto le short list da cui sono poi uscite le aziende vincitrici conferma la capacità del settore di esprimere best practice e alimentare l’innovazione.

Otto i premi assegnati quest’anno. Chiamati sul palco dalla presentatrice della serata, Elisabetta Gallina, giornalista, i vincitori sono saliti uno a uno per ascoltare la motivazione, ricevere applausi e complimenti ed essere fotografati con il prestigioso Oscar della Stampa.

Ecco l’elenco dei premiati nell’edizione 2016

INDUSTRIA GRAFICA DELL'ANNO
Il premio “Industria Grafica dell’anno” è andato a Poligrafici Il Borgo. Vincenzo Geslao, direttore generale, ha ritirato il premio dalle mani di Roberto Levi Acobas, amministratore delegato di Printgraph.

Poligrafici il Borgo è la tipica azienda poligrafica che, pur essendo espressione di un gruppo editoriale, avrebbe potuto soffrire pesantemente gli effetti della riconfigurazione del settore della comunicazione stampata. L’assegnazione dell’Oscar della Stampa intende sottolineare l’eccellenza nella gestione d’impresa, basata su un chiaro posizionamento nel mercato, un altissimo livello di efficienza ottenuto grazie a continui investimenti in tecnologie e in professionalità, una costante crescita interna e per acquisizioni – non ultime due aziende rilevate negli ultimi 12 mesi – che le consentono di operare con profittabilità anche nella stampa di periodici, cataloghi, depliant e volantini della GDO.

BEST TECHNOLOGY INNOVATOR
Il riconoscimento di “Best Technology Innovator” è stato assegnato a Grafiche Milani, rappresentata sul palco dal presidente Giuseppe Gilardi, che ha ritirato il premio da Marco Gaviglio, business manager Grafica e Fashion di Luxoro.

Una storia di 110 anni e non sentirne il peso! Solo questo può spiegare le ragioni del crescente successo che l’azienda milanese sta conseguendo sui mercati nazionale ed internazionali. Mosso da inesauribile voglia di eccellere, il team di Grafiche Milani, abilmente condotto da Giuseppe e Nicola Gilardi, rappresenta l’essenza del Made in Italy: un mix fatto di valori familiari, cura artigianale, cultura del lavoro, volontà di emergere con una struttura altamente flessibile e bene organizzata in grado di gestire dalle piccole commesse alle alte tirature. Costante la tensione all’innovazione ed alla sperimentazione su supporti, materiali, tecniche di stampa e di finishing, investendo nelle più avanzate tecnologie. Sollecitata dai brand dei settori del lusso, moda, gioielli, arredamento, per i quali realizza pubblicazioni, cataloghi, espositori, l’azienda è fortemente orientata all’innovazione tecnica come strumento di differenziazione a valore per la clientela.

BEST CARTOTECNICA
Elena e Pierpaolo Bramucci, amministratori delegati di Cartotecnica Goldprint hanno ritirato il premio “Best Cartotecnica”. A consegnarlo, Luca Lesi, amministratore delegato di KBA

Un riconoscimento che intende celebrare un momento magico per Goldprint. Si chiude un anno che resterà nella storia aziendale durante il quale si sono raggiunti obiettivi costruiti nel tempo, con grande lungimiranza e determinazione, quali l’apertura di una nuova sede produttiva in Polonia e l’acquisizione di GPP Industrie Grafiche che proiettano il consolidato del Gruppo a superare i 60 milioni di euro. Un risultato straordinario se comparato al giro d’affari di cinque anni fa quando superava di poco i 10, che i fratelli Elena e Pierpaolo Bramucci hanno conseguito avendo chiara la propria filosofia di lavoro: gestire ogni progetto in base alle esigenze ed alle aspettative individuali del cliente senza perdere il vantaggio competitivo derivante dalle economie di scala grazie a snellezza operativa e flessibilità nei tempi di produzione.

BEST LABEL PRINTER
L’Oscar per il “Best Label Printer” è andato all’azienda La Commerciale. A ritirarlo dalle mani di Ferdinando Reusch e Andrea Citernesi, rispettivamente vice president e business driver di Gallus, è stato l’amministratore delegato Mauro Artuffo.

"Stampare è il lavoro più bello del mondo”. Questa frase, presente in una delle pagine del sito di La Commerciale, sarebbe di per sé motivo sufficiente per l’assegnazione di un premio! I meriti della famiglia Artuffo, alla quarta generazione nella conduzione dell’impresa, sono però ben altri. Nel tempo l’azienda di Alba si è distinta per la cura del dettaglio, per la continua ricerca nella creatività, le sperimentazioni nelle cromie, nei processi di stampa, nei materiali e nelle nobilitazioni dando vita ad etichette in grado di rappresentare al meglio i caratteri del prodotto che presentano, emozionando ed aggiungendo valore alla comunicazione.

BEST GREEN PRINTER
Gruppo Sada ha vinto il premio “Best Green Printer”. Mirko Aliperta, direttore generale Sada Packaging, ha ritirato l’Oscar dalle mani di Fabio Deflorian, amministratore delegato di Sun Chemical.

Con un consolidato che sfiora i 100 milioni di euro di fatturato, Gruppo SADA ha dimostrato nel tempo di non puntare esclusivamente sulla produttività e sui risultati economici ma di avere una grande sensibilità per la sostenibilità, attuando costantemente misure e comportamenti concreti per la tutela ambientale e la responsabilità sociale. Generazione di energia da fonti rinnovabili, riciclo di prossimità, circular economy non sono dei puri slogan ma per il Gruppo Sada sono i fattori a fondamento di uno sperimentato ed efficace programma di rete che consente di offrire al mercato soluzioni di packaging realmente sostenibili.

BEST NOBILITAZIONI E SUPPORTI SPECIALI
L’Oscar “Best Nobilitazioni e Supporti Speciali” è andato all’azienda IMAG. A ritirarlo dalle mani di Matteo Suardi, direttore commerciale dello sponsor Cordenons, è stato Alfonso Romaldo, presidente e legale rappresentante di IMAG.

Tradizione e innovazione, artigianalità e tecniche industriali, gusto sartoriale e passione per l’icona simbolo dell’intero settore: il libro in quanto oggetto di culto. La carta vincente della legatoria IMAG è saper far convivere tutti questi aspetti per rispondere alle molteplici richieste delle case editrici, dalle alte tirature alle copie personalizzate. Una diffusa e radicata cultura tecnica e l’approfondita conoscenza delle materie prime e dei semilavorati sono le condizioni imprescindibili per raggiungere i risultati di eccellenza di IMAG. Sperimentazione e ricerca sono elementi inscindibili dell’attività di produzione dell’azienda campana che strizza l’occhio al futuro saldamente ancorata al proprio passato per cogliere le opportunità e al tempo stesso non rischiare di disperdere il sapere degli artigiani legatori.

BEST DIGITAL PRINTER
Ghelfi Ondulati si è aggiudicata il riconoscimento di “Best Digital Printer”. Ritira il premio Giuseppe Ghelfi, business development dell’azienda. Il premio è stato consegnato da Antonio Maiorano, Indigo & PWP country manager di HP

Da sempre pioniere in ambito organizzativo e tecnologico, il Gruppo Ghelfi Ondulati ha voluto ribadire la propria vocazione all’innovazione anche nell’impiego della stampa digitale risultando essere la prima impresa a livello mondiale a dotarsi di una linea di digital printing per la stampa di cartone ondulato ad elevata capacità produttiva. Il “packaging che parla” è il motto aziendale e grazie alla stampa digitale anche un comune imballaggio per la frutta può diventare un intrigante strumento nel media marketing mix delle imprese.

IMPRENDITORE DELL'ANNO
In chiusura, la consegna del premio di “Imprenditore dell'anno”, trasversale a tutte le categorie. Il riconoscimento è andato a Giulio Olivotto, presidente del consiglio di amministrazione di L.E.G.O. A consegnare l’Oscar è stato Alberto Mazzoleni, amministratore delegato dello sponsor, Heidelberg Italia.

Giulio Olivotto, classe 1945, rappresenta la quarta generazione della famiglia alla guida della azienda, fondata dal bisnonno Pietro nel 1900 per svolgere attività di legatoria. Giulio affianca il padre Piero nei primi anni Settanta e quando prende in mano le redini aziendali diviene l’artefice della trasformazione della società in una struttura manageriale che consente l’apertura ai mercati internazionali e parallelamente l’allargamento alle attività di stampa in affiancamento alla legatoria. Ma venendo agli anni più recenti, ed è questa la motivazione dell’Oscar della Stampa, a Giulio Olivotto va riconosciuto il merito di aver condotto il Gruppo a superare la congiuntura negativa dell’ultimo decennio gestendo la fase di crisi e riuscendo a mantenere gli standard di competitività necessari a sostenere la concorrenza internazionale, fortemente condizionata dalle produzioni asiatiche. Il tutto favorendo nel contempo il passaggio generazionale alla nuova leva, i figli Rosa e Giovanni.

Gli Oscar della Stampa 2016 hanno confermato il successo ottenuto nelle scorse edizioni e ribadito i punti di forza che contraddistinguono le aziende italiane proiettate a crescere sui mercati nazionale e internazionale: capacità di leadership e di vision, creatività e propensione per l’innovazione. I filmati e la gallery fotografica della serata saranno a breve disponibili sul sito www.lavedovella.it

Comments are closed.

Design and customization: Strelnik | Web Agency