Quando il gioiello incontra la stampa

Che la stampa 3D si stia facendo largo in sempre nuovi segmenti è ormai risaputo, così come il fatto che apre nuove prospettive. Uno dei tanti casi che si possono raccontare è quello del settore orafo. Quella artigianalità che è caratteristica del mondo del gioiello viene sempre più affiancata da una ingegnerizzazione dello stesso, possibile grazie alla stampa 3D.

E' importante sottolineare che questa evoluzione non cancella l'aspetto artigiano dell'orafo, ma anzi ne aumenta la centralità: la nascita di un gioiello parte sempre dall'idea e dalla creatività di un designer. La vera differenza è che grazie a questa tecnologia diventa possibile avere un prototipo in tempi rapidi, sfruttando tanto i programmi CAD quanto le stampati 3D a microfusione.

Un altro aspetto da sottolineare è che anche la scansione 3D può essere efficacemente sfruttata: un qualsiasi oggetto – ad esempio una foglia – può essere raccolto, scansionato e poi inviato alla stampante 3D per la trasformazione in gioiello.

Stampare i gioielli in 3D garantisce, in fase di produzione, notevoli vantaggi. Fra essi:

  • La possibilità di produrre oggetti dal design molto complicato non realizzabili con tecnologie tradizionali
  • La possibilità di ottenere una lastra sino a 0.20mm con un contenimento dei pesi decisivo per alcune tipologie di produzione
  • La ripetibilità nelle grandi produzioni che ha come vantaggio la costante nel peso della cera o della resina
  • La libertà di non dover dipendere da uno stampo siliconico e quindi produrre anche piccole serie rispamiando tempo ed andando subito in produzione, anche solo per un pezzo
  • Risparmio di tempo nella manifattura successiva alla microfusione realizzando in un solo pezzo tutte le parti vuote che diversamente dovrebbero essere realizzate in più parti e poi assemblate successivamente con alti costi di manifattura

Un'ultima parola va spesa sui materiali: se è vero che quelli più usati attualmente sono cera e resina, i produttori di stampanti 3D si stanno muovendo verso nuove possibilità. Una di esse, sviluppata da 3D Systems, è quella della stampa 3D in metalli. Si tratta di una tecnologia tanto giovane quanto promettente, a cui orafi e gioiellieri guardano con interesse per la sua capacità di rielaborare, anche a pezzo unico, i canoni del mondo del gioiello.

Nella foto di apertura, proveniente dal sito di Selltek, è possibile vedere un esempio, realizzato da Italgold usando una ProX 100 di 3D Systems.

Comments are closed.

Design and customization: Strelnik | Web Agency