Kern – L’Open House della modularità

Kern ha recentemente aperto le porte della sua sede commerciale di Münsingen per una Open House dedicata ai mercati internazionali, all’interno della quale presentare tutte le proprie soluzioni. Più di 30 i Paesi rappresentati dai visitatori presenti nei 4 giorni della manifestazione. A fare da anfitrioni per la stampa e i clienti italiani, Roberto Tumaini e Stefano Del Grosso, rispettivamente General Manager dell’area Trading e Project Manager della filiale italiana.

A Tumaini il compito di tratteggiare la presenza della multinazionale svizzera in Italia.

In Italia abbiamo 147 sistemi di imbustamento installati, che determinano una penetrazione nel mercato dell’imbustamento per il transazionale superiore al 40%. Circa 60 di questi sono sistemi di imbustamento che utilizzano quello che era il nostro top di gamma, la Kern 3500. La mossa giusta, a nostro parere, è quella di proporre soluzioni e applicazioni perfettamente integrabili nel parco macchine già presente in azienda, lavorando per aggiungere opportunità di nuove lavorazioni o una maggiore produttività.”

Molta Italia in questa Open House, grazie alla sede di Sansepolcro che, come sottolinea Tumaini, “sta diventando sempre più un centro di sviluppo per l’intero gruppo Kern”. Non solo sviluppo ma anche produzione, quello che consente alle oltre 30 persone di Sansepolcro di considerare la propria sede uno dei fiori all’occhiello del gruppo.

Tumaini ha infine sottolineato un aspetto importante dell’offerta commerciale Kern: “Le macchine Kern non sono le più economiche sul mercato, il loro prezzo di acquisto è tra i più alti del settore. Però il livello di gestione delle macchine, in termini di ricambi, tempi di intervento, manutenzione e durata nel tempo, è molto basso e questo consente di ottenere una produttività – calcolata nei 12 mesi – con un costo più basso dei sistemi di imbustamento proposti da molte altre Case”.

Tra gli aspetti degni di nota delle soluzioni Kern va certamente evidenziata la modularità delle apparecchiature. Inserire un modulo che consente di aggiungere funzionalità o produttività è ciò che permette al reparto vendite di trovare la soluzione più adatta alle esigenze del cliente o un ammodernamento della linea di imbustamento che non necessiti di cambi radicali.

Kern_OpenHouse14_48

A Stefano Del Grosso il compito di illustrare le varie soluzioni di finitura presenti. A seguire, quelle che più hanno marcato il ricordo della nostra visita.

Punta di diamante dei sistemi di imbustamento è la nuova Kern 3600, che alza l’asticella della produttività portandola a 27.000 buste/ora, rispetto alle 24.000 della 3500Silver Line. Molte le migliorie che consentono alla K3600 di presentarsi come una evoluzione importante della K3500, fra le quali possiamo annoverare le regolazioni automatiche del formato e, di conseguenza, di tutte quelle parti meccaniche che consentono la lavorazione prevista, non necessitando più di un intervento manuale dell’operatore sulla macchina. Tornando al concetto della modularità, nella Kern3600 la vediamo espressa nella possibilità di utilizzare alcune sue parti per aggiornare l’ammiraglia precedente, aggiungendo quindi funzionalità e mantenendo così valido l’investimento già effettuato.

La Kern3500 non è certo destinata al pensionamento, alla Open House i visitatori hanno potuto ammirare la soluzione chiamata Kern3500 EPC (Envelope Producing Channel, sviluppato e prodotto da Kern Italia), che consente di generare una busta direttamente da una alimentazione a bobina, abbinando e imbustando i fogli provenienti da una alimentazione in arrivo da un secondo canale.  I vantaggi della soluzione di creazione in real time di una busta sono abbastanza evidenti, vanno dalla possibilità di personalizzazione di ogni singola busta – aspetto non secondario in una ottica di maggiore efficacia della comunicazione cartacea – all’azzeramento del magazzino buste, con un deciso contenimento degli sprechi.Ulteriore caratteristica del sistema Kern EPC è la possibilità di integrarlo su qualsiasi sistema di imbustamento Kern 3500 installato sul mercato e la possibilità di poter tornare all’utilizzo di buste “standard” in qualsiasi momento.

Detto dell’ammiraglia e delle evoluzioni della precedente versione, fra i sistemi di imbustamento da segnalare, va iscritta la Kern2600, naturale evoluzione della Kern2500 di prossimo pensionamento. La macchina è studiata per l’imbustamento multicanale. Con questa soluzione si possono abbinare lavorazioni a bobina con lavorazioni a foglio, con tutte le varianti consentite da questi abbinamenti. Il sistema è progettato per avere sino a 12 moduli di ingresso, determinando una amplissima possibilità di soluzioni con una produttività che può arrivare a 16.000 buste ora.

Kern_OpenHouse14_42

Non solo buste nella galassia Kern
Presente a Münsingen la linea di produzione con le taglierine rotative ad alta produttività Kern 130 -141 per la produzione di libri. Prodotta attualmente nella sede francese del Gruppo, la linea può lavorare sia in linea con una stampante ad alta produttività sia fuori linea. Per le lavorazioni in linea, la soluzione prevede un buffer che consente di gestire eventuali stop della linea di finitura, senza fermare la stampa, ottimizzando gli sprechi di carta dati dagli avviamenti della macchina da stampa. Il sistema può gestire sino a 4 piste di carta distinte. In funzione del formato finale del libro, consente sia una lavorazione in 2 up che la creazione di un blocco libro completo.  Il blocco libro viene poi gestito da una brossuratrice e da una taglierina trilaterale di un partner commerciale del gruppo.

Infine, ma non per questo meno importante, la presenza del sistema di imbustamento per Card plastiche Kern 91. Il sistema è sviluppato e prodotto interamente da Kern Italia, provvede all’applicazione della card sul documento ed al successivo imbustamento utilizzando la ben nota tecnologia del sistema Kern 3500 che ne garantisce le prestazioni ed un elevata affidabilità.

A completamento della parte espositiva, un piano di seminari, tenuti dal Gruppo Kern e dai numerosi partner, che hanno reso questa iniziativa un interessante percorso da ripetere nel futuro.

Comments are closed.

Design and customization: Strelnik | Web Agency