Dalle Arti Grafiche alla stampa 3D: intervista a Angelo Mandelli, Ricoh

In occasione del lancio della nuova serie wide format Ricoh Pro L4100 Latex per la comunicazione visiva, abbiamo intervistato Angelo Mandelli, Product Manager PPBG – Product Marketing di Ricoh Europe.

Partiamo da questo lancio: qual è il valore che offrite al mercato?
La serie Ricoh Pro L4100 è importante per Ricoh in quanto non è solo un ampliamento del nostro portafoglio di soluzioni, ma è il tassello che ci rende a tutti gli effetti un Professional Printing Provider a 360° su più linee di business in ambito Production. Fino ad oggi offrivamo una copertura completa per le soluzioni a foglio, a bobina e wide format per applicazioni CAD; grazie a questa nuova serie supportiamo anche la comunicazione visiva completando così l’offerta.

ricoh pro l4100

In questo segmento vi si potrebbe definire una start up…
Siamo consapevoli del fatto che altri player di mercato hanno un’esperienza di più lunga data. Però abbiamo constatato che il nostro modello di business fortemente consulenziale e progettuale – gestito da un team di specialisti dedicato solo alle soluzioni Production che segue il cliente in ogni fase del progetto (analisi, implementazione, gestione post vendita) e già applicato con successo in altri ambiti della nostra offerta – sta già riscontrando un forte apprezzamento anche dai professionisti di questo segmento di mercato. Le soluzioni Ricoh Pro L4100 sono disponibili sul mercato italiano da marzo e sono già state scelte da quattro aziende protagoniste nel mercato delle arti grafiche.

Una partenza forte…
Una partenza che conferma il nostro metodo di lavoro, il nostro focus sulle esigenze del cliente. Per queste macchine abbiamo deciso di puntare anzitutto sui clienti già acquisiti che ci conoscono e di cui conosciamo le necessità. Cito ad esempio Colorpix che, già cliente Ricoh, ha installato Ricoh Pro L4160 latex. L’azienda aveva la necessità di sostituire un sistema a base solvente che non era più adatto alla produzione e ha pensato di scegliere una soluzione che consentisse di offrire nuovi servizi aumentando allo stesso tempo la qualità e la versatilità di stampa. Il nostro obiettivo è quello di realizzare un modello di business che consenta di raggiungere risultati nel medio-lungo termine.

Cambiamo argomento: nel corso della presentazione si è parlato di un nuovo centro di ricerca e sviluppo dedicato alle teste di stampa. Cosa puoi dirci a riguardo?
Ricoh vanta una lunga storia nello sviluppo delle teste di stampa inkjet, ma finora il mercato europeo era servito direttamente dal centro di ricerca e sviluppo americano. Ad aprile è stato quindi inaugurato un nuovo centro a Telford, in Inghilterra, con focus sulle teste di stampa per le arti grafiche, il tessile e la stampa 3D. Il centro è nato per dare supporto agli OEM di tutta l’area EMEA garantendo test e formazione.

SONY DSC

La stampa 3D è un argomento molto caldo e sono in tanti a guardare con interesse alle sue possibilità. Qual è il ruolo che intende giocare Ricoh?
La stampa 3D è uno dei settori di mercato in cui Ricoh vuole ritagliarsi un ruolo importante. Già da due anni abbiamo stipulato alcune partnership con produttori di stampanti 3D i cui prodotti integrano le teste di stampa Ricoh. Stiamo sviluppando teste di stampa non solo per il settore manifatturiero ma anche per quello biomedicale, con diversi bioingegneri che lavorano per la realizzazione di prodotti dedicati. Le teste di stampa inkjet Ricoh rappresentano una grande opportunità per gli sviluppatori che ora hanno a disposizione il centro di Telford per pensare a nuove possibilità. Potranno utilizzare le nostre teste di stampa nell’ambito della produzione di prototipi, nell’additive manufacturing, nella realizzazione di tessuti su misura oppure nell’ambito delle arti grafiche

C’è all’orizzonte una stampante 3D solo Ricoh?
In questo momento un progetto di stampante 3D completamente a marchio Ricoh è prematuro. Tuttavia il cuore della stampa a getto sta nella testa di stampa e abbiamo tutte le carte per assumere un ruolo da protagonisti.

di Federico Zecchini

Comments are closed.

Design and customization: Strelnik | Web Agency