I materiali di consumo per la stampa vanno verso nuove nicchie di mercato

I materiali di consumo oggi impiegati nella stampa stanno cambiando molto rapidamente, adeguandosi alle esigenze degli stampatori e ai cambiamenti di cui il mercato della stampa è protagonista. Abbiamo voluto parlarne con Fabio Panizza, Sales Manager di Printgraph, società produttrice e rivenditrice di materiali di consumo per l’industria della stampa.

Il mercato
Da diverso tempo ormai il mercato delle arti grafiche è in contrazione“, spiega Panizza. “A questa situazione le aziende del settore stanno reagendo, optando per forma di collaborazione o aggregazione, mai viste prima. Questo perché, essendo un settore dove negli anni passati si è puntato molto alla specializzazione, oggi per ampliare la propria offerta o il parco clienti si tende a scegliere la strada della collaborazione o dell’acquisizione. Attualmente, a mio parere, il settore più in difficoltà è quello dell’editoria e dei quotidiani che soffrono il calo della pubblicità. Ma, oltre all’ingresso del digitale e di internet, il motivo del crollo della stampa è anche da ricercare nella sproporzione che c’è – e c’è sempre stata – tra offerta e domanda.”

I materiali di consumo
Anche il settore dei materiali di consumo si sta adeguando ai cambiamenti del mercato. Ad esempio Printgraph, che produce e rappresenta prodotti di alta fascia, sta cercando di inserire prodotti di nicchia e di stringere collaborazioni con nuove aziende.

L’anno scorso”, spiega Panizza, “abbiamo introdotto la partnership con Toyo Ink, un’azienda che vende inchiostri UV di alta qualità e che è leader di mercato nella nuova tecnologia HUV. Abbiamo instaurato anche una ottima collaborazione con Trelleborg, per cui siamo distributori in esclusiva del tessuto gommato – nostro core business da sempre. Il 2014“, prosegue Panizza, “sarà un anno di stabilità. Per Printgraph sarà l’anno in cui tenterà di inserirsi in nuove nicchie di mercato, ad esempio la Flexo.  Sarà l’anno in cui cercheremo di cambiare le politiche commerciali, puntando su quotazioni più mirate e offerte a pacchetto. Sarà l’anno in cui cercheremo di puntare su nuovi prodotti. Ad esempio:

–          Il FINITO DRESS: una evoluzione del prodotto FINITO ( supporto gommato progettato da Printgraph), che è composto da una grappatura con un film adesivo trattato in superficie e brevettato, che serve come protezione della macchina da stampa. Ideale sia per macchine offset, rotocalco o flexo.

–          Il FINITO DRESS Anti-shock: questo supporto ha una ulteriore protezione che previene l’usura della macchina. Il vantaggio è che rivestendo la macchina da stampa con questo prodotto, questa stessa è molto più facile da pulire e da mantenere.

Proprio in relazione a questi ultimi due prodotti”, ha concluso Panizza, “stiamo cercando di allacciare una partnership con i costruttori per integrare il prodotto all’interno della macchina

Comments are closed.

Design and customization: Strelnik | Web Agency