Il media più affidabile agli occhi dei consumatori è la stampa

Nonostante gli importanti cambiamenti degli ultimi anni nei metodi di consumo della pubblicità, la gente continua a riporre la propria fiducia nella pubblicità cartacea su riviste e giornali. Il potere della parola stampata è ancora forte e riveste un ruolo importante nella valutazione delle campagne.

Print Power ha presentato i risultati di una survey condotta a livello europeo dall’istituto di ricerca finlandese VTT. Sono stati intervistati oltre 700 consumatori da 13 paesi differenti, indagando sul loro utilizzo dei media e sul loro rapporto con la pubblicità.

Di fronte alla domanda su quanta fiducia venga riposta nella pubblicità canale per canale, la stampa ha ottenuto il 63%, la televisione il 41% e il web il 25%. La cosa più interessante è che media tradizionali come il direct mail e i cataloghi hanno battuto nettamente sia i social media che Internet. Sette intervistati su dieci hanno affermato che le loro decisioni d’acquisto sono spinte molto più da una pubblicità stampata che da una fatta tramite altri canali. E oltre il 90% ritiene che il direct mail – sia personalizzato che di massa – sia più importanti rispetto ai social media.

Sono dati che testimoniano la costante efficacia della pubblicità fatta tramite mezzi stampati. Gli inserzionisti beneficiano della fiducia che i lettori hanno nel mezzo stampato e possono giocare un ruolo importante nel determinare i processi d’acquisto.

I risultati hanno permesso di dividere il campione in quattro diversi segmenti:

  • Slow Bons Vivants: sono gli utilizzatori di prodotti stampati che associano il digitale alla frenesia della loro vita lavorativa. Rappresentano il 23% del totale.
  • Busy Mix-and-Matchers: questo gruppo, che comprende il 46% del campione, è composto da coloro che oscillano fra stampato e digitale, con una leggera preferenza per il primo.
  • Tolerant Surfers: il 19% sono utilizzatori assidui di canali digitali, ma che mostrano di avere un’attitudine positiva nei confronti dei prodotti stampati.
  • Youthful Digilovers: sono il segmento più piccolo, solo il 12%, e sono persone che utilizzano esclusivamente media digitali, non vedendo alcun beneficio nell’uso di canali stampati.

Se è vero che molte aziende stanno destinando sempre più budget ai canali digitali sottraendolo a quelli tradizionali, è altresì vero che i clienti guardano proprio a questi ultimi per farsi guidare, continuando a dare al mezzo stampato la loro fiducia.

Comments are closed.

Design and customization: Strelnik | Web Agency