Print Power, il 96% delle aziende utilizza la comunicazione su carta nel media-mix

Si è svolto lo scorso 6 dicembre presso l’Unione Industriali di Torino il workshop organizzato da Print Power Italy e CDVM (Club Dirigenti Vendite e Marketing) “MULTICANALITA’: LA CARTA, VINCENTE IN UN MEDIA MIX EFFICACE” indirizzato a tutti gli operatori del mercato della comunicazione, aziende e agenzie media. Dopo gli indirizzi di saluto dei Presidenti di CVDM e Associazione Industriali Grafici e Cartotecnici di Torino, Antonio De Carolis e Riccardo Pesce, è stato presentato lo studio Lorien Consulting “Il panorama degli investimenti in pubblicità e il ruolo della carta nella comunicazione multicanale” commissionato da Print Power Italy con l’obiettivo di verificare i livelli di investimento in Italia in supporti cartacei comunicazione e pubblicità, analizzandone i vantaggi in ambito di campagne multicanale sia dal punto di vista degli operatori del settore sia dei consumatori.

Secondo lo studio la carta rimane grande alleata di tutti gli altri mezzi di comunicazione nell’ambito del media mix per 9 aziende italiane su 10 (96,2%) e tra queste il 9% la utilizza in maniera esclusiva.

Sulla base di una rielaborazione dei dati provenienti dalle fonti ufficiali “, ha affermato Antonio Valente, Amministratore Delegato di Lorien Consulting, “il 33,8% (15,9% above the line, 17,9% below the line) dei budget in comunicazione e pubblicità delle aziende italiane è su carta, un totale di oltre 3 miliardi di euro sui 9,3 miliardi complessivi, e senza considerare la pubblicità classificata”. E conferma del ruolo giocato dalla carta viene anche dalle interviste fatte da Lorien Consulting ai consumatori. “Secondo i lettori”, evidenzia Valente, “la stampa quotidiana – che assorbe il 7,5% del budget aziendale in comunicazione – offre una pubblicità informativa (33%), dà la possibilità di conservare l’annuncio che interessa (31,4%) e aumenta la reputazione della marca (24,8%)”.

Infine la lettura su carta è ancora traino per la lettura online: il 72% dei lettori di quotidiani on line legge anche un quotidiano cartaceo mentre il 70% dei lettori di periodici on line legge anche un periodico cartaceo.

Nella seconda parte del workshop sono stati illustrati due Case Histories legati alla complementarità della carta nella comunicazione multicanale. Dario D’Urso di Roggero & Tortia ha illustrato l’integrazione tra digitale e direct mailing per sviluppare la comunicazione diretta indirizzata e non indirizzata.

Il mercato italiano delle comunicazioni dirette presenta numeri asfittici e non paragonabili al resto d’Europa. Ma il concorrente non è il “digitale”, ha affermato Riccardo Pesce, “al contrario è proprio dal digitale che passa una possibilità di rilancio e di sviluppo. Innovazione e integrazione tecnologica fanno si che il mezzo di comunicazione cartaceo trovi un rinnovato slancio portando finalmente anche il nostro paese verso uno sviluppo della comunicazione diretta indirizzata e non indirizzata”.

Luigi Onesti di CEMIT ha invece illustrato come Mondadori e CEMIT DS hanno integrato le attività digitali a quelle multicanale offline.

Comments are closed.

Design and customization: Strelnik | Web Agency