La parola agli stampatori del web – Vincenzo Cirimele, Pressup

DDm ancora sulle strade del web to print, per sentire l’opinione di Vincenzo Cirimele, amministratore di Pressup.

Quali le motivazioni della scelta web to print?
L’idea di avviare un servizio di W2P risale a circa tre anni fa e nasce con l’obiettivo di cogliere le nuove opportunità di mercato derivanti dallo spostamento progressivo della domanda di servizi di stampa dai canali tradizionali al web. Prima di lanciare il canale online, abbiamo attentamente pianificato la nostra strategia ed attuato una serie di investimenti che hanno interessato diverse aree dell’azienda. Investimenti che hanno riguardato innanzitutto l’infrastruttura IT.
Abbiamo dedicato parecchio tempo e risorse alla creazione del portale, alla selezione del software di gestione dei flussi di lavoro ed all’integrazione del canale di vendita online con i diversi processi produttivi, laddove la nostra intenzione era quella di fornire un servizio online che fosse rapido e agile. E, naturalmente, abbiamo al contempo provveduto ad allestire un parco macchine di ultima generazione, optando per impianti top di gamma.
Molti dei nostri competitor stampano esclusivamente in quadricromia, noi abbiamo scelto di differenziarci ed abbiamo puntato sulla nobilitazione dei nostri stampati e sul valore aggiunto offerto ai nostri clienti, in larga parte agenzie o professionisti della comunicazione, per i quali il risultato qualitativo conta, e anche molto. È da sottolineare che non è solo sul fronte prettamente tecnologico che l’azienda ha scelto di investi re. Crediamo da sempre nel valore delle persone.
Non a caso, il nostro team è formato da operatori con esperienza decennale nell’industria delle arti grafiche, dell’apporto professionale dei quali non potremmo farne a meno, affiancati da giovani, recentemente inseriti nel gruppo, esperti di rete, delle logiche del web e delle nuove tecnologie. Essere riusciti a coniugare le competenze della stampa con le tecnologie informatiche e la conoscenza del web crediamo sia una delle chiavi del nostro successo che ci ha permesso di realizzare un servizio di qualità a tutto vantaggio dei nostri clienti.

Incidenza percentuale del fatturato generato dal W2P nella sua azienda
Press Up è un’azienda concepita e nata per il W2P e quindi tutto il fatturato deriva da questo canale.

Sono state fatte analisi comparative prima di adottare la soluzione in uso?
Nessuna comparazione, ma abbiamo puntato a rivoluzionare l’azienda riscrivendo completamente i processi ed i flussi di lavoro sia interni che esterni. Del resto il W2P non è realizzabile in una tipografia organizzata secondo schemi e strategie ‘tradizionali’, nemmeno laddove vi siano le migliori macchine. Di conseguenza abbiamo pianificato una serie di investimenti mirati, focalizzandoci sui software di gestione e controllo del lavoro e su personale qualificato. Proprio il fatto di disporre di un team di ingegneri e grafici dedicato al nostro sistema W2P e alle modalità di interfacciamento con i nostri fornitori rappresenta oggi uno dei nostri punti di forza.

Avete adottato una soluzione con licenza o in modalità SaaS?
Non abbiamo trovato una soluzione con licenza o in modalità SaaS su misura per noi e quindi, grazie ai nostri ingegneri, abbiamo progettato ed implementato internamente una soluzione proprietaria.

Pro ed eventuali contro del W2P
Il W2P colma sicuramente il gap fra i contenuti digitali disponibili online ed il sito produttivo remotizzato. Non è, quindi, necessario avere una rete commerciale capillare o focalizzarsi solo sui clienti del proprio bacino geografico. Anzi la rete commerciale non esiste più ed i clienti possono benissimo trovarsi all’altro capo del mondo. Altro vantaggio è riuscire a minimizzare le problematiche dei pagamenti insoluti. Il W2P è un beneficio anche per il cliente: – velocità: consegna lavori entro le 24/48h – piccole tirature: il cliente ha accesso ad un’offerta personalizzabile, anche per basse tirature – prezzo: il cliente riesce in ogni caso a beneficiare di un elevato rapporto qualità / prezzo.

Abbiamo puntato a realizzare un modello di W2P che si differenziasse dalla concorrenza su elementi di rilievo per il cliente, quali l’accesso ad un’ampia offerta di carte e formati, tutto sottoposto ad un rigoroso controllo di qualità. Abbiamo inoltre puntato a stabilire un contatto personale con i nostri clienti, aspetto talvolta trascurato nel mercato del W2P e che invece contribuisce significativamente ad incrementare la percezione della qualità del servizio da parte del cliente. È inutile negarlo che per contro si ha un appiattimento generale dell’offerta dei prodotti e proprio su questo tema stiamo lavorando per introdurre tipologie di lavorazioni tipiche delle arti grafiche che con troppa semplicità sono state escluse dal mondo W2P.

La sua opinione sul W2P riguardo:
a) acquisizione di nuovi clienti
b) fidelizzazione di clienti già attivi
c) allargamento dei prodotti realizzabili

a) I clienti che usano il W2P sono molto evoluti e quotidianamente cercano sul web nuovi fornitori o offerte speciali. Quindi se il mix fra prezzo e servizio offerto è competitivo si ha un’altissima probabilità di attirare nuovi clienti.

b) Sicuramente i tempi di consegna rapidi e sicuri e la qualità del prodotto finito sono leve fondamentali per mantenere i clienti, che però sono attentissimi a tutto ciò che il web propone ecco perché cerchiamo di sentirli periodicamente al telefono o incontrarli in azienda per avere dei feedback e migliorare i nostri servizi e la nostra offerta.

c) Non dipende dal W2P, ma dalla capacità tecnologica dell’azienda e dal know-how del personale.

Comments are closed.

Design and customization: Strelnik | Web Agency